L’Età dell’Acquario

La materia è energia. Ogni uomo è soltanto un insieme di energie che rispondono alla sollecitazione invisibile di tante altre energie che lo legano a tutto il creato. La vibrazione dell’energia umana sta per subire un’accelerazione, ciò che porterà alla conquista di un nuovo piano di coscienza.

Quest’espansione della coscienza, non soltanto umana, segna l’avvento dell’Età dell’Acquario. Tuttavia, ci dicono gli occultisti: «Le Sette Pelli ci avvolgono ancora…», e per molti fra noi è ancora quasi impossibile percepire, o comprendere, gli infiniti fenomeni che preparano l’avvento di questa età. Ma basta usare la psicotematica, cioè abituarsi a vedere i1 lavoro dello spirito e non quello della mente, per intuire le «cose» che le parole non possono ancora descrivere.

Tutto ciò che è elencato in questa guida è una scintilla di quel grande fuoco divino che i mistici hanno già intravisto da millenni. Queste scintille durano un attimo, una stagione o anni, ma non sono eterne, perché solo la Divina Fiamma da cui scaturiscono è eterna. Questa Fiamma appare ai chiaroveggenti di una luce violetta, ed ha la forza di aprire la «via del cuore» a chi, trovato Dio in se stesso, si arrende alla Divinità. Queste non sono che parole, simboli inflazionati che non hanno valore che per spingerci ad intuire la vera Realtà che ci avvolge e di cui facciamo parte.

I Figli dei Fiori stanno riscoprendo la natura, i neo-pagani ritrovano la purezza delle sorgenti della vita, i guru insegnano che Dio è dentro ogni individuo, e che è indispensabile amare e arrendersi a Dio. Coloro che vivono nella coscienza di Krishna ripetono le sue parole: «L’intero universo è pervaso della mia presenza, nella mia forma non-manifesta – Io sono il sapore dell’acqua, la luce del sole e della luna, lo sono il suono nell’etere e l’abilità nell’uomo». I nove centri della Fratellanza Sarmoung seguono, sui nove raggi, la nuova evoluzione della coscienza umana.

Le scienze, le organizzazioni sociali e le diverse culture sono trascinate, dal fluire della vita, lungo i nuovi canali, così oggi si fanno molte scoperte e quelle conquiste sociali e culturali che ci preparano al nuovo piano di coscienza. Gli scienziati sovietici Petrovich, Chourine e Michailova hanno scoperto che le cellule comunicano fra loro con un particolare linguaggio ad onde; ed altri scienziati russi ed americani stanno provando che i «mondi paralleli» segnano un’altra realtà che ci porterà a sviluppare una coscienza cosmica.

Krishnamurti, che da più di 50 anni insegna a distruggere le strutture della mente per conoscere il sapore della libertà, vede così la rivoluzione del pensiero: «Se osservo, vedo che la civiltà occidentale è il frutto del pensiero, della cultura e della struttura della mente greca. E se mi applico a penetrare qual è il fattore fondamentale della mente e del pensiero greco scopro che è la misura, misurare significa confronto, limitazione, e conformità. L’India invece sostiene che il misurare è un’illusione, il misurare in qualsiasi forma è Maya, perché implica tempo e il tempo è l’invenzione del pensiero, e tutto questo va respinto per trovare ciò che è al di là della misura, per trovare il non-misurabile. Se dunque si vuole cambiare, occorre che intervenga un cambio totale nella struttura e nella natura della mente che alimenta il pensiero e con esso ogni genere di divisioni; ed è terribilmente eccitante che si usi proprio il pensiero per andare oltre la misura, il tempo e le divisioni».

Nella prossima età acquariana l’uomo, imparando ad usare le vie del cuore (sono nove) non vedrà più le cose che differenziano gli individui, ma le cose che li uniscono. Nelle scuole, che saranno ateliers di vita, si imparerà soprattutto a vivere. Le scienze si unificheranno secondo questo schema:

SCIENZE SPERIMENTALI: Chimica, Fisica, Biologia, Bionica, Yoga, Veggenza, Telepatia, Intuizione, Iniziazione;

SCIENZE DEDUTTIVE: Astrologia, Tipologia, Antropologia, Linguistica, Simbologia, Numerologia, Geometria eterica, Dottrina segreta, Oliviuli;

SCIENZE DI CONTROLLO: Astronomia, Astro-fisica, Radio, Radioestesia, Medianità, Mondi paralleli, Contatti cosmici, Psicotematica, Rituale;

SCIENZE DI ARMONIZZAZIONE: Psicoterapia, Elettroterapia, Ipnotismo, Magnetismo, Omeopatia, Agopuntura, Taumaturgia, Pranoterapia, Naturismo;

> SCIENZE UMANE < Samkya Yoga (Simultaneamente uno e differente) > Unicità della vita < COSMO > Suono della forma vibrazionale di Dio < DIO

Al di là della realtà che noi conosciamo, esiste una realtà non-manifesta la cui natura è sempre cosciente. Con i limiti del nostro mondo tridimensionale noi non possiamo nemmeno immaginare quest’altra realtà, ma sviluppando la fantasia+psicotematica si può giungere con grande facilità ad aiutarla. È ciò che chi ha fede, coloro che invece di «voler conoscere» si abbandonano gioiosamente nella coscienza di Dio, cantando, danzando e suonando, chiamano «Comprendere senza capire».

L’alba dell’Età dell’Acquario si annuncia con tanti segni: i Deva solari, che costruiscono le forme del nostro pianeta (dalle montagne al corpo umano) appaiono sul Monte Shasta in California e sul Monte Raja nel Borneo. Questi Deva, o Angeli, sono le dita di Dio (solo usando questa simbologia è possibile intuire qualcosa che fa parte dell’«altra realtà»). Si sa ora, più che nel passato, che è possibile farsi amico un angelo, se si crede nella possibilità di questa amicizia, e aiutare così chi non crede a sanare le proprie disarmonie, aiutare i moribondi a morire, i falsi-buoni a riconoscere le disarmonie di cui sono la causa, i deboli a diventare forti. Nell’etere c’è un’enorme fonte di energia che può essere usata da tutti. Un segno dei tempi è il risveglio della voce del cuore.

Questa Guida dell’Età dell’Acquario viene pubblicata nel 1974, l’anno della semina. Si dovrebbe iniziarne la lettura ricordando le parole che il monaco trappista Thomas Merton ha scritto, poco prima di morire fulminato, durante il suo viaggio in Asia: «Tutto è al suo posto. Non c’è niente da decidere. Non c’è niente da giudicare». Nel 1974 si è commemorato il centenario della nascita di Gurudev Nicholas Roerich (9 ottobre 1874), il canalizzatore dell’Agni Yoga, lo yoga del Fuoco violetto acquariano, mentre ad Adyar e a New York si preparano i festeggiamenti per il Centenario della fondazione della Società Teosofica (17 novembre 1875). A Roma, nel 1974, viene fondata la sezione italiana dell’Associazione Internazionale per la Coscienza di Krishna, e l’immagine dell’avatara di Krishna, Chaitanya, nato a Gaura (Bengala) nel 1486, ricorda che fu un profeta e un precursore dell’Età dell’Acquario. Per questa età ha preparato il celebre canto HARE KRISHNA. Nel tramonto dell’Età dei Pesci, in questo oscuro periodo d’illusione e di contesa, si può raggiungere la pace interiore semplicemente cantando:

HARE KRISHNA HARE KRISHNA
KRISHNA KRISHNA HARE HARE
HARE RAMA HARE RAMA
RAMA RAMA HARE HARE

Queste trascedentali vibrazioni sonore possono elevarci alla realizzazione di Dio fino a raggiungere lo stato pieno di felicità della coscienza di Krishna.

Mentre l’Ashram di Sri Aurobindo a Pondicherry è in lutto per il passaggio al di là dal velo della «Madre», la nuova città universitaria internazionale di Auroville sta sorgendo. Può ospitare 50 mila persone che si vogliono dedicare all’educazione della Nuova Età. Gli organizzatori, accecati da un sogno troppo grande per loro, dimenticano spesso la «via del cuore» e si lasciano trascinare a giudicare. Nell’Età dell’Acquario solo CHI ci ha creato può giudicare. L’età che sta per venire avrà inizio con un particolare stato di innocenza, quello che il veggente William Blake ha così bene descritto nel suo poema «Il canto dell’innocenza e dell’esperienza». Egli ha considerato completamente insana tutta la nomenclatura moralistica e ha indicato come verità il preciso rovescio di questa nomenclatura.

Un segno dei tempi è il nuovo spirito che fa sorgere associazioni che aiutano in modo comprensivo e fraterno chi è incompreso, calpestato o ha sbagliato. Si incomincia a riconoscere che certi mali sono l’effetto di cause troppo spesso nascoste dall’ipocrisia, dal conformismo, dall’ignoranza e dall’egoismo. Così oggi si può assistere a giuste lotte contro coloro che si reputano «buoni cittadini», «benpensanti», e che sono invece la sorgente di molte miserie e sofferenze. Vanno citate, per esempio, le organizzazioni «Pathfinders» di Milwakee, USA, che ricerca e aiuta coloro che sono fuggiti da casa; e la «Public Defender» di Buffalo (Walbridge Blvd. Buffalo, N.Y., USA) che difende tutti i perseguitati e indaga sulla vita di «chi scaglia la prima pietra».

Altri segni dei tempi sono le Conferenze Internazionali sull’Unità delle Scienze, promosse dal Rev. Sun Myung Moon (New York 1972, Tokyo 1973) e la pubblicazione della rivista «Ethnicity», una rivista interdisciplinare sullo studio delle relazioni etniche, il cui primo numero è uscito nel 1974 («Ethnioity», Academic Press, Inc., III Fifth Ave., New York, N.Y. 10003, USA).

L’uomo che vive soltanto delle illusioni materiali, che ignora quella parte dell’«altra realtà» che ci è permesso oggi di conoscere, vive in uno stato di dormiveglia. Questo tipo d’uomo, che forma la maggioranza, non avendo nel suo bagaglio mentale l’idea dell’Età dell’Acquario, non si può accorgere di ciò che sta accadendo nel mondo. Questo tipo d’uomo ignora che la Fratellanza Sarmoung, fondata a Babilonia nel 2500 a.C., ha già da allora preparato l’avvento dell’«età del cuore», e che per millenni i suoi centri esoterici del Kurdrstan, di Zezavshan nel Turkestan, del Tibet e della Mongolia, hanno guidato l’evolversi della coscienza umana. Buona parte dell’umanità ignora oggi, così, che una «dottrina del cuore» sta per far espandere la coscienza umana, non più a livello mentale, ma come guida allo sviluppo della coscienza verso la divinità. L’uomo dell’Età dell’Acquario diventa cosciente che, dentro di sé esiste una «particella divina» che lo lega, da sempre, a tutto il creato.

Dal Dharma dell’Occhio, che si volge all’esterno e al non-esistente, si passa al Dharma del Cuore, che si volge all’Io Divino, al Permanente. Come è sempre stato, per ogni epoca, per ogni momento, la Vita offre tutto ciò che serve per fluire nell’illusione dello spazio e del tempo, e perciò oggi è possibile imparare come si può far amicizia con il proprio angelo custode e con gli angeli che reggono ogni cosa da una dimensione ancora sconosciuta all’uomo. La Theosophical Publishing House di Londra ha ripubblicato un libro di Geoffrey Hodson, molto utile oggi: «The Brotherhood of Angels and of Men». Un libro che speriamo venga presto pubblicato anche in lingua italiana.

Mentre lo streaking (denudarsi andando come un lampo) sta diventando di moda in tutto il mondo, come reazione all’ottusità della gente che si scandalizza per un corpo nudo, ma non si scandalizza per tutte le brutture della società capitailista e di quella non-capitalista, entrambe materialiste, lo spirito «Aquila bianca» detta le preghiere per la Nuova Età («Prayers in the New Age», The White Eagle Pubi. Trust, New Lands Rake, Liss, Hampshire GU33 7HY, Inghilterra), il World Institute Council (77 United Nations Plaza, New York) pubblica il libro «Fields within fields, within fields: the methodology of pattern» e Gina Cerminara pubblica il libro «Insights for the Age of Aquarius» (ed. Prentice Hall, Englewood Cliffs, N.J., 1973), tutti frutti la cui origine risale da semi che furono messi a germogliare con cura in un lontano passato. Può dire la bella rosa profumata che sboccia all’inizio dell’estate: «Io mi sono fatta da me?» Ogni rosa, ogni fiore, ogni cosa deriva da un «seme» che la Vita ha piantato in un preciso luogo e momento dell’illusoria realtà terrestre. Le rose sono nate nelle fresche vallate del Turkestan, e non fu per caso.

Non tutte le manifestazioni preparatorie dell’Età dell’Acquario possono trovare posto in questa Guida, poiché sono troppe. Ma porteremo esempi di visioni individuali acquariane, come quella del pittore Gaetano Messina (Casa dell’Ulivo Blù, Contrada Calzato, 90010 Campofelice Roccella, Palermo) o di organizzazioni importanti come l’Aquarian Radio Teaching (P.O. Box 30127, Santa Barbara, Cal. 93105, USA), diretta da Patrice McDonald, che fornisce le Stazioni Radio commerciali di tutto il mondo di lingua inglese, le registrazioni che preparano l’avvento del nuovo piano di coscienza (consigliamo soprattutto il nastro «The rainbow tape»). Desideriamo presentare, sopra ogni cosa, lo spirito acquariano. E questo non si trova nelle parole, ma da una realtà che si deve intuire al di là della comprensione del significato delle parole. Se si legge questa guida con la psicotematica, si può percepire quel «fuoco violetto» che illumina le strade alte della vita.

Questa guida ha inoltre lo scopo di influire sulla formazione di alcuni centri acquariani. Un centro acquariano deve essere un luogo in cui c’è «qualcosa» che continuamente ricorda all’individuo il senso e lo scopo dell’esistenza, mediante l’inevitabile attrito fra la sua coscienza e le manifestazioni automatiche della sua natura.

Inoltre, leggendo tutti questi capitoli, si può riconoscere qual è l’orientamento della propria vita e su quali raggi ci si trova. E ciò è indispensabile per affrontare senza troppi errori e smarrimenti le rivoluzioni che stanno per scuoterci.

Il 4° Festival annuale Gnostico-Acquariano, che è stato organizzato recentemente a Minneapolis (Gnostic-Aquarian Festival – «Gnostica», 1414 Laurei Ave., Minneapolis, Minn. 55403, USA), e anche l’Aquarian Age Intemational Conference che per informazioni: Aquarian Age Conferences, Box 11664, Phoenix, Arizona 85017, USA), avevano quest’anno lo scopo di indagare sullo sviluppo del senso di cooperazione fra i partecipanti. Nel campo degli Spiritualisti generalmente ogni individuo o ogni organizzazione crede di possedere la Verità, e perciò non è interessato a prendere in considerazione la «verità» degli altri, il loro diverso punto di vista. Il nuovo campo Acquariano si distingue invece proprio per il fatto che ognuno accetta qualsiasi individuo od organizzazione come una espressione di uno dei nove raggi che operano ora sulla Terra. Gli Acquariani si distinguono proprio per il fatto di accettare ogni cosa come un messaggio del momento, qualcosa che ci spinge ad andare sempre più avanti sulle nuove strade. Gli Acquariani sanno che è soltanto accettando tutto, sotto la guida dell’intuizione, che si allarga la propria comprensione e la propria coscienza.

Per aiutare lo sviluppo di questa nuova mentalità sono stati pubblicati diversi libri, alcuni a livello mentale (come «L’instruction du Verseur d’Eau» di Platon-Karuna, ed. Le Courier du Livre, 21 rue de Seine, Paris 6° / 1973); altri a carattere mistico-storico (come il bellissimo libro di Paul Le Cour, «L’Ere du Verseau», Atlantis 1937); altri a livello filosofico (quale «A macrophilosophy for the Aquarian Age» dei coniugi Donald Plym, che può essere richiesto alla World University, P.O. Box 4800-K, University Station, Tucson, Arizona 85717, USA) o altri a livello esoterico (come il libro di Edward Whitney, «The coming great Golden Age of Esotericism», ed. Antakarana Trust – Dorrance and Co., 1908 Gallowhill St., Philadelphia, Penna 19130), ma nessuno ancora al livello della via del cuore. Solo cercando fra le tante pubblicazioni citate in questa guida si può giungere, individualmente, a trovare qualcosa che porti sulla via del proprio cuore.

Il 2 settembre 1973 una precipitazione telepatica (canale Bettina Kramer dell’Aeolian Center of Cosmic Concept) ha fatto registrare questo messaggio del Maestro Djwal Khul: «La terza dimensione sta scomparendo. Ci si accorgerà di ciò quando la “nuova realtà” sarà percepita nell’etere. Vi dovete preparare ORA per la Quarta Dimensione, affinché vi sia facile; adattarvici quando vi ci troverete dentro. Questo cambio di dimensione è la causa della confusione e della preoccupazione che dominano la nostra vita terrena. Il cambiamento da una dimensione ad un’altra non può essere controllato con i sensi, perché questi sono attivi soltanto sul piano fisico-materiale. Il cambiamento vi sorprenderà come un terremoto. Quando realtà acquariana, così bene illustrata dal numero speciale che gli ha dedicato la rivista «Le Charivari» nella primavera del 1970 (19 rue des Petres Saint Germain l’Auxerrois, Paris 1). Uno degli articoli così concludeva: «L’Età dell’Acquario, per Eugène Conseliet, è soprattutto una nuova cosmogonia armonica, un riordinamento delle onde, un periodo di pienezza in cui gli eletti possono praticare liberamente le opere alchemiche, immersi negli accordi di una musica segreta e universale. È il tempo annunciato da Rimbaud in cui: «Il mondo vibrerà come un’immensa lira nel fremito di un immenso bacio!».

Tratto da “Giuda Internazionale dell’Età dell’Acquario”, Edoardo Bresci,1975, Ed. L’Età dell’Acquario.


Diventa socio

Occorre compilare il modulo d'iscrizione, che è scaricabile sul sito ed inviarlo alla Fondazione Bernardino del Boca. Per saperne di più clicca qui.

Progetti e iniziative

È in preparazione la ristampa del libro "Il Segreto" oramai esaurito da diversi anni. Si prevede l'uscita verso fine Maggio. Per aiutarci clicca qui.

Donazioni

Sostieni anche tu la Fondazione Bernardino del Boca. Per saperne di più clicca qui.

Amici della Fondazione